Prodotti
Supporto
Contatti
News
About
Tools
Follow us
ITA  -  ENG  -  ESP  -  FRA


Costruire
una cabina
doccia

Puntata 6/7
Test e verifiche: il piacere della perfezione

Qualità fa rima con sicurezza; entrambe si verificano e si monitorano sottoponendo i prodotti a vere e proprie torture.

back

Come si costruisce una cabina doccia in vetro?
In questa puntata scopriremo come si tortura il vetro brrrr!.

Il motivo? Semplice: offrire un prodotto non solo perfetto dal punto di vista estetico, ma anche assolutamente sicuro da tutti i punti di vista.
Andiamo a vedere...

Siamo nella prima “sala torture”. Lo scopo del test è verificare il rispetto della normativa EN12150. La norma, molto severa, impone che per “superare il test” il vetro temperato colpito da un oggetto contundente si rompa in almeno 40 frammenti in una area di 5 cm x 5.
Il motivo? Maggiore è il numero dei pezzi in cui il vetro si frammenta e minore è il loro volume. E più piccoli sono… meno sono in grado di nuocere!
Guardate come si procede: prima si rompe il vetro, poi si identifica l’area di misurazione.
Adesso li contiamo … uno, due, tre, quattro, cinque … ottanta, ottantuno, ottantadue, ottantatre! Fatto! Ottantatre pezzi per 25 centimetri quadrati! La norma ne prevede 40 e invece Vismaravetro ne totalizza 83! Test superato e record fissato! Brava Vismara!

La lastra viene analizzata anche a livello microscopico. Grazie ad una particolare tecnica, il LASER GASP, si visualizza se la tempra ha correttamente modificato la struttura del cristallo, immagazzinando le tensioni di compressione e trazione che rendono il vetro più resistente, flessibile e molto più sicuro.

Ma non è finita. Adesso andiamo a vedere cosa succede a questa povera lastra di vetro temperato. Guardate… Stanno per tirarle addosso un sacco del peso di 45 kilogrammi da una distanza di circa un metro! Pensate, calcolando l’accelerazione, il colpo che la lastra subirà sarà superiore ad un pugno scagliato da Mike Tyson!!! Pronti? Via! … Visto? Non le ha fatto neppure il solletico! Ottimo!

Siete pronti per la prossima tortura?
Questa è davvero terribile! Tema della verifica è… l’apertura delle porte!
In una cabina doccia è fondamentale il perfetto funzionamento delle ante scorrevoli, delle porte e di qualsiasi altro sistema di apertura/chiusura. Per verificare la qualità dei propri prodotti, Vismaravetro campiona ogni nuovo modello di cabina doccia ogni volta che viene modificato o inserito un nuovo componente. I prodotti li collauda qui con questa macchina che apre e chiude le porte consecutivamente per un minimo di 50.000 ripetizioni. E dopo 50.000 aperture e chiusure consecutive sono ancora perfette! Incredibile!

Domandiamoci ora cosa contiene una cabina doccia e avremo la risposta che ci guiderà al prossimo test. Dunque oltre a voi stessi, la vostra fidanzata, il vostro bambino, la nonna… una cabina doccia ospita un elemento che deve entrare ma, assolutamente, non deve mai uscire … Cos’è? Indovinato? Certo! E’ l’acqua! E questo è il test che verifica la tenuta della cabina doccia.

Siamo arrivati nella stazione finale della “sala torture” Vismaravetro.
Questa è la più speciale oltre che la più divertente di tutte!
La domanda da cento billioni di lastre di vetro è: “quante persone può reggere senza spezzarsi una lastra Vismaravetro dello spessore di 8 millimetri???”
Una? Sbagliato. Due? Ancora sbagliato. Tre? In totale sono 250 kg. Ci fermiamo? Ma sì, povera lastra! Ma tranquilli: ne può reggere ben di più! Davvero brava Vismara!

Nella prossima puntata vi racconteremo come si assembla e si confeziona una cabina doccia Vismaravetro. Una tra le 17 milioni di possibilità disponibili, ovviamente.

Alla prossima puntata!

Vuoi saperne di più? Contatta direttamente Vismaravetro